venerdì 21 giugno 2013

Caesar salad alle Acciughe con Tartare di manzo

Preso da un insano inaspettato entusiasmo per la Caesar salad classica, oggi ho voluto provare una versione completamente differente: con le acciughe ed accompagnata da una Tartare di manzo.

Non ho mai preparato una tartare di carne, ma le numerose proposte apparse recentemente sul web mi hanno fatto venire voglia di provarla. E così ho pensato che avrei potuto utilizzarla per fare una Caesar salad personalizzata... Sì, incredibile ma vero, questo mese partecipo alla pazza sfida dell' MTC con due ricette: questa è la seconda!



Dunque procediamo con ordine.

Preparazione della Tartare di manzo
Come tipo di carne ho utilizzato una fettina di 'rosa', che è la parte della coscia da cui si ricavano le bistecche. L'ho fatta tagliare direttamente dal macellaio che prima l'ha ridotta a striscioline e poi a pezzetti abbastanza piccoli con successivi e ripetuti tagli trasversali.
Ho poi messo in una ciotola i seguenti ingredienti (dosi orientative):

  • il succo di 1 lime + 1/2
  • 1 cucchiaino di senape di Dijon
  • 1 cucchiaino di erba cipollina (presa dal barattolo, ma fresca è meglio)
  • 1 cucchiaino di sale rosa dell'Himalaya
  • un paio di cucchiai di olio extra vergine


Con una forchetta amalgamo tutti gli ingredienti e poi ci immergo la carne; la giro bene nella marinata e poi la metto a riposare in frigorifero per non più di mezz'ora (il tempo di preparare il resto).

Preparazione dei crostini e della loro salsa
Ho tagliato a fette un pezzo di filoncino sciapo; ho tostato 4 fette con un tostapane, le ho quindi tagliate a strisce e poi, con le mani, a cubotti.

Per preparare la salsa ho usato i seguenti ingredienti (le dosi sono sempre orientative perché vado spesso a occhio):

  • 1 uovo intero crudo
  • 1 spicchio di aglio schiacciato con lo spremiaglio
  • 1 cucchiaino di salsa Worchestershire
  • 1 cucchiaino di sale rosa dell'Himalaya
  • 1/2 cucchiaino di senape di Dijon
  • una girata di pepe nero
  • olio extra vergine d'oliva
  • 1 cucchiaio di parmigiano reggiano grattugiato
  • il succo di 1 lime
Metto l'uovo e gli altri condimenti in una ciotola (naturalmente se non si ha il sale rosa, va bene ugualmente il sale normale). Con una frusta comincio ad amalgamare tutto e poi aggiungo l'olio a filo come si fa per la maionese; quando l'emulsione è abbastanza ispessita aggiungo il parmigiano e, per ultimo, il succo spremuto di 1 lime. Continuo a girare con la frusta ed infine immergo i crostini di pane nell'emulsione.



Preparazione dell'insalata

Lavo ed asciugo molto accuratamente una decina di foglie di lattuga romana e le riduco con le mani in 3-4 pezzi.
Metto le foglie a pezzi in una insalatiera.
Aggiungo: un cetriolo ridotto a fettine sottilissime con una mandolina, 5-6 filetti di acciuga sott'olio ben scolati e ridotti a pezzi più piccoli, un cucchiaio di capperi sotto sale dissalati e tagliati grossolanamente.

Per insaporire ho poi incorporato:
1 cucchiaino di Gomasio e 1/2 cucchiaino di Sumak.


Per chi non lo sapesse, preciso che il Gomasio è un condimento composto da semi di sesamo tostati e poi macinati, mescolati con sale marino integrale nella proporzione di circa 10-12 parti di sesamo per ogni parte di sale.




Il Sumak (Sommaco), invece, è una spezia dal sapore leggermente agrumato che si ricava dai frutti di un arbusto della famiglia delle Anacardiacee; sono di colore rosso intenso e vengono normalmente raccolti prima della loro completa maturazione, lasciati essiccare e quindi macinati. E' facilmente reperibile nei mercatini mediorientali, ma noi lo possiamo trovare nei più importanti negozi di spezie.

Naturalmente, se non si hanno a disposizione, questi due ingredienti possono venire sostituiti con del comune sale da cucina mescolato con semi di sesamo od altro.

Aggiungo infine qualche scaglia di parmigiano reggiano tagliato sottilmente con un pelapatate  e condisco con uno o due cucchiai di olio extra vergine, evitando che l'insalata resti troppo unta.






Assemblaggio della Caesar salad



Preparo dapprima la Tartare di manzo mettendo in un coppapasta un primo strato di carne marinata che comprimo bene con il dorso del cucchiaio; ci metto sopra 1 o 2 fettine sottilissime di lime  e continuo quindi con un secondo strato di carne.
Comprimo ancora un po', quindi sfilo delicatamente la formina e guarnisco con altro lime, un paio di fettine di cetriolo ed una spolverata di gomasio.



Dispongo quindi tutto intorno l'insalata già condita con gli aromi e le scaglie di parmigiano.



Aggiungo infine i crostini di pane a completamento di questa particolare insalata.




Ed ecco qui sopra la mia personale Caesar salad alle Acciughe e Tartare di manzo.




45 commenti:

  1. ciao Andrea, le sfide sono sempre molto stimolanti, ottimo piatto vista l'ora e non ho ancora pranzato la mangerei volentieri. un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Enrica, le sfide mensili dell'MTC ormai sono un impegno che mi stimola moltissimo: all'inizio mi ci avvicinavo con una certa apprensione, ora sono diventate un divertimento! Un bacio

      Elimina
  2. Sembra davvero buonissima! Uff per me niente tartarre, ma prendo appunti per quanto potrò mangiarla di nuovo :D
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma la tartare è un'aggiunta che ho voluto provare di cui sicuramente se ne può fare benissimo a meno! Un caro saluto a te e a tutta la compagnia!

      Elimina
  3. Complimenti Andrea!!! 2 ricette!!
    e questa mi piace un sacco :D:D:D
    a presto
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci credo nemmeno io: fino a qualche tempo fa farne una era per me un'impresa titanica, ora addirittura due!!! Un abbraccio

      Elimina
  4. a me le tartare piacciono molto , un pò meno a mia figlia e se non le faccio spesso è solo perchè voglio evitarmi il fastidio di cucinare (non cucinare) troppe cose . Ottima la tua ricetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io le tartare le mangio raramente (fatte dagli altri) e mi piacciono, ma questa è stata la prima volta che le ho fatte da me: non era niente male!

      Elimina
  5. ma è stupenda! a quanto pare questa caesar salad ti ha proprio affascinato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così: a me le insalate, cioè quelle con le verdure crude, piacciono tanto e stavolta mi ci sono proprio divertito a farle! ^_^

      Elimina
  6. Quante belle ricette sul tuo blog!
    Nuova iscritta ,ti aspetto se ti va!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta cara Mary! Certo che ti vengo a trovare, a dopo! :-))

      Elimina
  7. bravissimo veramente belle le tue ricette bravo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cinzia, non so perché ma i tuoi complimenti mi fanno sempre tanto piacere. Grazie!

      Elimina
  8. Caro Andrea,bellissima proposta.Qui a Londra una nota cuoca propone la Caesar con la bistecca,tu ne hai fatto una versione crudista,anche meglio!
    Amo il sumac,nel medioriente esiste un'insalata con crostini di pane e sumac,il tuo piatto ha un'aria veramente internazionale!
    Bravissimo,un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Edith, il sumak me l'ha regalato mia sorella di ritorno da un viaggio in Turkia insieme ad altre spezie; lo trovo ottimo per certe insalate, specialmente se non le condisci con l'aceto. Sono contento che la mia proposta "crudista" ti piaccia. Un abbraccio

      Elimina
  9. Io non so cucinare, quindi come sempre passo la mano... Ma chissà, forse riesco a prepararla!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma vedi, io sono partito da zero, poi piano piano sto cominciando a destreggiarmi. Potresti provare a fare una versione più semplice a tuo gusto, tanto per provare! Ti abbraccio

      Elimina
  10. Ciao Andrea nel mio blog c'è una sorpresa per te :-D Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maristella, eccomi che arrivo...!

      Elimina
  11. Andrea la tua insalata con tartare mi pare proprio goduriosa e mi fa venire voglia anche ame di preparare una tartare che in verità non ho mai fatto.... Sei stato bravissimo
    Un bacione ilaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilaria, veramente. Anch'io non avevo mai fatto una tartare ed ho voluto provare; l'abbinamento con la Caesar salad mi è sembrata una buona occasione! Un abbraccio

      Elimina
  12. Non sono un'amante delle acciughe, ma forse questa combinazione mi piacerebbe!
    Sempre un grande ingegno Andrea.. complimenti per le tue originali proposte! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Manu, se le acciughe non ti fanno impazzire non ce le metti, tanto ci stanno i capperi che danno tono, e se non ti piacciono i capperi non ci metti neanche quelli! Io sono del parere che una ricetta può benissimo essere modificata in base ai propri gusti e preferenze. Un abbraccio

      Elimina
  13. ciao Andrea..non ho mai fatto la ceaser salad ma sembra ottima... mmmm
    buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è un po' particolare, con acciughe e tartare; se la fai per la l^ volta ti conviene fare la classica col pollo (quella che ho postato qualche gg fa). A presto

      Elimina
  14. mmmmmmmm, buone le acciughe!!
    Mi piacciono se abinate ad insalate!!!
    Ottima Ceaser Salad, mi piace molto!!!
    Bravo Andrea!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Specialmente d'estate è fantastica! Baci

      Elimina
  15. Mi piacciono tutte e due le tue insalate, particolarmente questa. Apprezzo e uso sia il sumac che il gomasio e sono sempre in cerca di usi insoliti degli aromi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pellegrina! Sì tutte e due sono molto buone, poi dipende dai gusti personali. Anch'io, avendo i due aromi, cerco sempre il modo di usarli: il gomasio, scoperto recentissimamente, lo uso abbastanza spesso nelle insalate o con i pomodori, il sumac un po' meno, anche forse perché il suo sapore non mi convince pienamente. Un abbraccio

      Elimina
  16. ciao ho dato una sbirciata a tutti i tuoi post che mi ero persa e ti faccio i complimenti dicendoti che un caffè da te lo prenderei con molto piacere!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione, anch'io non riesco a stare dietro a tutti i post che scriviamo! Ma mica si può stare dietro al computer dalla mattina alla sera, specialmente adesso che fa caldo! :-(
      Lo dico qui: care amiche ed amici, scusatemi se non commento i vostri bellissimi post; lo faccio 'a random' quando posso; e se ne trascuro tanti non vuol dire che non mi piacciono.

      Elimina
  17. piatto ottimissismo! per questa stagione!!!bravo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tanto cara Annalisa. Sì, per questa stagione un'insalata ricca come questa ci sta proprio bene! Un bacio

      Elimina
  18. La tartare è una di quelle preparazioni che mi fa letteralmente impazzire e la tua idea di utilizzarla per costruirci un'insalata è geniale. Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso dire che quest'insalata è nata per caso: la sfida dell'MTC da una parte e la voglia di preparare una fresca tartare dall'altra. Alla fine è venuto un bel piatto! (Ma anche la tua con frutta fresca e secca è fantastica) ^_^

      Elimina
  19. e si vede che ti diverti, andrea!!! sta venendo fuori una vena creativa e una cucina curiosa, aperta a mille stimoli e attenta a ogni dettaglio. Te lo dicevo l'altra volta, no?, che è tempo di cambiar nome a questo blog... e questa seconda interpretazione lo conferma! bravissimo
    ps sul coppapasta a forma di fiore ho avuto un cedimento emotivo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte le cose buone o belle vengono per caso: era un po' di tempo che volevo provare a fare (per la prima volta) una tartare e l'abbinamento con la Caesar mi sembrava azzeccato. Quanto al coppapasta a fiore l'ho usato perché era il più grande che avevo! Ma forse non dovrei svelare questi piccoli segreti... Sì, forse parlo troppo, e questo dimostra che non sono ancora un grande cuoco che col cavolo che ti dice tutto, ah ah ah!!!

      Elimina
  20. ...E con questa mi hai definitivamente conquistata!!!
    Fresca ma sostanziosa, estremamente raffinata... e la tartare bisogna saperla fare, non è così semplice!
    Grandissimo Andrea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mannaggia! Solo adesso ho capito come si conquistano le donne... Ma non ci potevo pensare 20 o 30 anni fa? A parte gli scherzi, ti ringrazio per i bei complimenti! Un bacio (purtroppo virtuale, sigh!)

      Elimina
  21. Un piatto adattissimo all'estate e che mette l'acquolina in bocca, complimenti! Mi piace come presenti la ricetta, con le foto dei vari passaggi: la trovo una cosa molto utile.
    Grazie per essere passato sul mio blog, ti seguo anch'io molto volentieri!

    http://lemusedikika.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kika, grazie per aver ricambiato la visita e per i complimenti! In genere nei miei post distinguo sempre i vari passaggi, illustrandoli magari anche con qualche foto (quando mi ricordo di farle), in modo che anche un principiante, cioè chi è poco pratico di cucina, possa ottenere risultati pienamente soddisfacenti. Un abbraccio

      Elimina
  22. ciao andrea, la tartare di manzo? spettacolo puro, ma me gusta anche la salsa...qualcuna dice "cucina per principianti", ma mi soffermerei anche sul "ma anche altro".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Leo, per me è stato un vero piacere fare queste insalate che non avevo mai mangiato prima, quindi sono io che devo ringraziare te! Ciao, a presto

      Elimina