mercoledì 21 maggio 2014

Bruschetta con cipolle di Tropea in agrodolce

Non amo la cipolle e nelle mie ricette cerco sempre di evitarle o di farne un uso molto moderato. Devo però riconoscere che le cipolle rosse di Tropea, dal gusto particolarmente dolce, sono tutta un'altra cosa.

Dalle notizie che trovo su internet apprendo che questo ortaggio  è stato importato dai Fenici oltre 2000 anni fa e attualmente è coltivato prevalentemente lungo la fascia tirrenica calabrese, tra le provincie di Vibo Valentia, Cosenza e Catanzaro.

Nel 2008 nasce il Consorzio di tutela per la promozione e valorizzazione della IGP (Indicazione Geografica Protetta) Cipolla Rossa di Tropea Calabria.

Cipolle rosse di Tropea IGP

Le sue peculiarità qualitative, che la rendono dolce e non amara, dipendono dal suo corredo genetico e dalla sua interazione con l’ambiente pedoclimatico (terreno, temperatura, umidità, ore di luce, ecc.).
Ha un alto contenuto di caroteni, vitamina C, vitamina E, ferro, selenio, iodio, zinco e magnesio. Essendo inoltre ricca di glucosio, potassio e sodio, ma povera di grassi, viene tradizionalmente utilizzata per curare le infezioni intestinali, per prevenire malattie cardiovascolari, la calcolosi renale e la pertosse. Un'altra delle sue proprietà è quella di essere un sedativo naturale, utile a conciliare il sonno.

Questa cipolla si presta ad essere impiegata per numerose ricette; una di queste la proposi  anch'io qualche tempo fa (qui).
Questa volta l'ho voluta usare molto semplicemente per una bruschetta da mangiare come antipasto.

La preparazione è molto semplice e veloce. Questi sono gli ingredienti:

6 cipolle rosse di Tropea IGP
2 cucchiai di capperi sotto sale (50-60 g)
4 cucchiai di aceto bianco di vino
1 cucchiaio di zucchero
olio e sale q.b.

Pulisco  le cipolle togliendo le parti esterne più coriacee.


 
Poi le taglio a metà e quindi a fettine molto sottili.



Le metto a cuocere in padella con qualche cucchiaio d'olio e aggiungo poi 2 cucchiai colmi di capperi previamente ben dissalati.



Aggiungo quindi un poco di sale e lascio cuocere per alcuni minuti.
Quando le cipolle cominciano ad ammorbidirsi aggiungo l'aceto (mezzo bicchiere scarso) e lo zucchero.
Continuo a cuocere per far evaporare in parte l'aceto e caramellare lo zucchero finché le cipolle diventano di un bel colore ambrato chiaro.
Verso tutto in una ciotola per poi distribuirle su fette di pane casareccio abbrustolito sotto il grill del forno.

Bruschetta con cipolle di Tropea in agrodolce

Le cipolle avanzate sono state usate come accompagnamento per un piatto di carne particolarmente forte e saporito (il peposo dell'Impruneta).




35 commenti:

  1. Ho fatto l'altra settimana le cipolle in agrodolce ma non quelle di tropea non le avevo. Bella ricetta. Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non ci hai fatto un post? Fatte in agrodolce, forse le mangerei anche se non sono di Tropea!

      Elimina
  2. Mi piacciono molto queste cipolle e l'idea della bruschetta è ottima :)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo voglia di provarle, ma non mi andava di fare preparazioni lunghe o complicate. L'idea della bruschetta è stata vincente!

      Elimina
  3. Buonissime!! E ottima l'accoppiata con il peposo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo appena fatto il peposo, un po' di queste cipolle mi era avanzato... mettere tutto insieme è stata una bella accoppiata!

      Elimina
  4. Io invece amo tantissimo le cipolle e in questo periodo "me ne sto vedendo bene" con quelle fresche di Tropea che si trovano con facilità! La prossima volta provo le tue bruschette ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so che a te piacciono le cipolle e tante altri vegetali verdurosi che a me non piacciono! Ma le cipolle di Tropea sono un'eccezione. Cari saluti anche al resto della famiglia

      Elimina
  5. Wao, ricetta semplice per un aperitivo estivo!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissimo! Queste cipolle sono ottime come aperitivo, come antipasto, come contorno o come più ti piacciono!

      Elimina
  6. Che buone!
    Ti auguro una serena giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cavaliere, buona giornata anche a te!

      Elimina
  7. contrariamente a te io le cipolle le amo in modo spassionato, le metterei ovunque anche nel caffè. Scherzi a parte, questa è una deliziosa idea salva pranzo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io con le cipolle vado molto cauto: non solo non mi piacciono, ma quando le mangio non le digerisco. Ma queste di Tropea sono veramente eccezionali: non fanno piangere quando le tagli e si digeriscono in un attimo!

      Elimina
  8. Che belle le cipolle di Tropea con il loro colore rosa fucsia! E sono anche buone! Come Lara anche io le adoro...mi salvo la ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, sono buone e anche belle! Ciao

      Elimina
  9. Io amo tutte le cipolle in generale.. ma concordo con te che quelle rosse di Tropea son tutt'altra cosa!!!!ottimele tue bruschette!!! Buona giornata :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io le cipolle le evito, ma queste di Tropea sono andato a cercarle: troppo buone!

      Elimina
  10. Risposte
    1. Grazie Giuliana! Si preparano in poco tempo e sono veramente sfiziose: le puoi mangiare come antipasto, come secondo o come ti pare! A presto

      Elimina
  11. Buone le cipolle di Tropea ,anche crude in insalata.La tua recitta è molto golosa.Interessante il tuo blog,a presto Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, benvenuta nel mio blog! Mi fa piacere che il mio blog e questa ricetta ti piacciano! Ho visto che anche tu hai un blog molto interessante e sono sicuro che ci risentiremo ancora. Ciao, a presto

      Elimina
  12. Ciao Andrea io invece non posso rimanere senza cipolla in casa dal semplice soffritto al sughetto veloce la mia cipolla non manca mai ,se poi la lascio cuocere lentamente e bene non e' neppure indigesta ,comunque io mi prendo una tua bruschetta e me la "sbaffo" aahhhhh...baci!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse sono io che le cipolle non le cucino bene, però queste di Tropea in un attimo le digerisco benissimo. Usarle per una bruschetta è stata una piacevolissima esperienza! Bacioni

      Elimina
  13. Devo confessarti che anch'io evito come la peste le cipolle..nè io né mio marito riusciamo a digerirle e ci tengono compagnia x tutto il giorno U.U di solito opto x lo scalogno ma dopo il tuo post mi sono troppo incuriosita e devo assolutamente dare una chance a queste di tropea..mi hai fatto venire l'acquolina con queste bruschette :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti assicuro che le rosse di Tropea IGP sono buone, dolci e si digeriscono in un attimo. Parola di uno che odia le cipolle!

      Elimina
  14. Nemmeno io amo la cipolla, però adoro quella di tropea e la mangio anche cruda nell'insalata, troppo buona!!! La proverò questa bruschetta, io le adoro!!!
    nuon week end a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cruda nell'insalata non so se troverò mai il coraggio di farla, però prima oi poi ci dovrò provare: questa cipolla è veramente buona! Un abbraccio

      Elimina
  15. Io in cucina uso quelle del nostro orto, ma per certe ricette ci vanno assolutamente quelle di Tropea! A me le ha fatte conoscere il mio Papy ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma il tuo papy è di origini calabresi o è un vero buongustaio? Anche il mio verduraio dice che le cipolle del suo orto non sono forti, io però non ci credo tanto e preferisco non rischiare! Ciao

      Elimina
  16. Non voglio essere di parte ma le cipolle di Tropea sono uniche! Come unica è questa cittadina. Oggi ho in programma spaghetti con cipolla rossa e nduja, ma noi le mangiamo crude a mò di cucchiaio anche con il pesce fritto e con la zuppa di fave e ancora...
    Ti ho stuzzicato? Buon we

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, direi di sì! Non le ho mai provate crude (ma un giorno ci proverò), però accompagnate col pesce o i legumi non ho dubbi che siano fantastiche! Baci

      Elimina
  17. Wooow Andrea che meraviglia di bruschette!!
    Adoro le cipolle di Tropea!!!
    Un caro abbraccio e buon inizio settimana
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carmen, anche a te buona settimana!

      Elimina
  18. ricordo il tuo "odio" per le cipolle ^_^ a me invece piacciono e in bruschetta mai provate però!

    RispondiElimina